Operai agricoli e pescatori autonomi: nuovi bonus in arrivo

da | 7 Giu 2021 | Previdenziale

Il Decreto Sostegni bis, approvato in consiglio dei ministri il 20 Maggio, prevede un bonus una tantum di 800 euro per gli operai agricoli a tempo determinato e un’indennità di 950 euro per i pescatori autonomi. Con l’entrata in vigore del DL Sostegni bis, il 26 maggio, il bonus lavoratori agricoli 2021 inizia a prendere forma anche se la misura non è definitivamente operativa.

Attualmente, le uniche informazioni disponibili sono quelle contenute nel decreto in cui viene indicato l’importo di 800 euro da corrispondere alla categoria degli operai agricoli a tempo determinato, che nel 2020 abbiano effettuato almeno 50 giornate effettive di attivita’ di lavoro agricolo.
Il termine di scadenza per la presentazione delle domande è fissato al 30 giugno 2021.
Intanto, ricordiamo in cosa consiste e a chi spetta il bonus agricoli 2021 e quali sono i requisiti da possedere per farne richiesta.

Con il DL Sostegni bis il governo ha previsto lo stanziamento di 448 milioni di euro a favore degli operai agricoli, cercando di rimediare all’errore di aver escluso la categoria da ogni forma di agevolazione pensata per i lavoratori: ricordiamo che l’ultimo contributo concesso risale al Decreto Ristori.
Alla stregua della moltitudine di bonus previsti dalla Legge di Bilancio 2021, anche per l’ottenimento del bonus lavoratori agricoli 2021 è indispensabile possedere alcuni requisiti obbligatori alla concessione del beneficio.

Nei dettagli, il bonus agricoli spetta a tutti i lavoratori del settore agricoltura in possesso di almeno 50 giornate di lavoro agricolo maturate nell’anno 2020; a tale requisito si aggiunge quello di non avere un contratto a tempo indeterminato alla data di presentazione della domanda INPS per ottenere l’indennità.
Dopo aver chiarito quali sono i requisiti da soddisfare per poter beneficiare del bonus lavoratori agricoli occorre analizzare i casi che non consentono l’accesso all’agevolazione.
In particolare, il bonus agricoli non spetta ai percettori di Reddito di Emergenza (REM) e Reddito di Cittadinanza (Rdc), mentre nessuna incompatibilità è prevista tra il bonus lavoratori agricoli 2021 e l’ordinario assegno di invalidità. Ai percettori di quest’ultima indennità è estesa la possibilità di richiedere gli 800 euro previsti dall’agevolazione.

Tuttavia, il DL Sostegni bis ha introdotto altre agevolazioni pensate per ulteriori categorie di lavoratori: il governo ha predisposto un finanziamento di 2 miliardi di euro allo scopo di abbracciare quanti più possibili settori meritevoli di aiuto dal settore pesca, al settore agrituristico e dell’acqua cultura.
Tra i lavoratori beneficiari delle indennità previste dal DL Sostegni bis, si collocano i pescatori autonomi compresi i soci di cooperative, che esercitano professionalmente la pesca in acque marittime, interne e lagunari e riconosce loro un’indennità di 950 euro per il mese di Maggio 2021.
Avranno diritto soltanto coloro non titolari di pensione e i non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, ad esclusione della gestione separata. Va ricordato che entrambi i bonus, agricoli e pesca, sono esenti da IRPEF e sono corrisposti se vengono rispettati alcuni requisiti.

Come anticipato in precedenza, poiché ancora nessuna circolare attuativa è stata emanata dall’Istituto di previdenza, si resta in attesa di chiarimenti dall’Inps, non escludendo un’eventuale proroga dei termini.

Articoli Correlati

Pin It on Pinterest