Reddito di Emergenza fino a Settembre: domande solo dal 1° al 31 Luglio

da | 29 Giu 2021 | Previdenziale

Con il Messaggio n. 2406 del 24 Giugno, l’Inps ha comunicato le istruzioni aggiornate riguardo le modalità di presentazione della domanda per richiedere il Reddito di emergenza, e sugli importi e le relative scale di equivalenza. Lo scorso 15 Giugno lo stesso Istituto ha, infatti, rilasciato un Comunicato stampa con il quale indica ai richiedenti le tempistiche entro cui inoltrare la domanda, che potrà essere presentata esclusivamente dal 1° luglio al 31 luglio 2021. Attraverso l’approvazione del nuovo decreto Sostegni bis il REM sarà allungato di ulteriori quattro mensilità: Giugno, Luglio, Agosto e Settembre.

Vediamo ora nel dettaglio quali novità ha introdotto l’approvazione del decreto Sostegni bis, riguardo il Reddito di emergenza, i requisiti necessari per ottenerlo e come fare domanda; si precisa che la categoria di beneficiari introdotta nel decreto Sostegni n. 41/2021, al comma 2 dell’articolo 12,(ovvero gli ex  titolari della Naspi/Dis Coll tra il 1° Luglio 2020 ed il 28 Febbraio 2021) sono questa volta esonerati dal beneficio.

Il decreto Sostegni bis introduce un unico cambiamento nei requisiti: il reddito familiare sarà quello relativo al mese di Aprile 2021, e non più al mese di Febbraio. 

Nel dettaglio i beneficiari dovranno soddisfare i seguenti requisiti:

  • residenza in Italia al momento della domanda, verificata con riferimento al solo componente richiedente il beneficio;
  • un valore del reddito familiare con riferimento al mese di Aprile 2021 inferiore a una soglia pari all’ammontare del beneficio;
  • un valore ISEE, attestato dalla DSU valida al momento di presentazione della domanda, inferiore a 15 mila euro;
  • un valore del patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anno 2020 (verificato al 31 dicembre 2020) inferiore a 10 mila euro. La soglia aumenta di 5 mila euro: per ogni componente successivo al primo (fino a un massimo di 20 mila euro);ed in presenza di un componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza come definite ai fini ISEE.

Ci sarà tempo almeno fino al 31 Luglio 2021 per inoltrare la richiesta per ottenere il Rem e le domande potranno essere presentate dal 1 Luglio. Lo comunica l’Inps attraverso un avviso, in cui si legge che: “Le domande di Reddito di Emergenza (REm) per le nuove quote di Giugno, Luglio, Agosto e Settembre 2021 riconosciute dal decreto legge n. 73/2021, potranno essere presentate all’Inps esclusivamente dal 1° Luglio al 31 Luglio 2021.” Fino a fine Luglio, quindi, saranno aperti i termini per fare domanda. Il richiedente dovrà essere in possesso di una DSU valida al momento della presentazione della domanda.

La fruizione del Reddito di emergenza 2021 non è compatibile con le seguenti indennità e prestazioni:

  • indennità COVID-19 istituite dall’articolo 10 del decreto-legge n. 41/2021, nonché con l’indennità per i collaboratori sportivi e l’indennità per i lavoratori del settore agricolo e della pesca di cui, rispettivamente, agli articoli 44 e 69 del decreto-legge n. 73/2021;
  • con le prestazioni pensionistiche, dirette o indirette, a eccezione dell’assegno ordinario di invalidità e dei trattamenti di invalidità civile;
  • con i redditi da lavoro dipendente, la cui retribuzione lorda complessiva sia superiore alla soglia massima di reddito familiare, individuata in relazione alla composizione del nucleo;
  • con il Reddito o la Pensione di cittadinanza, per tutto il periodo di fruizione del Rem.

Articoli Correlati

Pin It on Pinterest