Supplemento di pensione per i pensionati che continuano a lavorare

da | 21 Lug 2021 | Previdenziale

Capita spesso che ci si trova dinanzi al solito quesito: “Sono un pensionato e dopo il pensionamento ho continuato a lavorare, posso recuperare la contribuzione versata successivamente al pensionamento nella gestione dove mi è stata liquidata la pensione o questa va persa?”

Per chi non ne fosse a conoscenza, la contribuzione accreditata successivamente alla decorrenza pensione dà luogo ad un supplemento di pensione, da liquidarsi, su apposita domanda dell’interessato, secondo le regole ordinarie di cui all’articolo 7 della legge n. 155 del 1981 (messaggio inps 24536/2006).

Il supplemento di pensione è un incremento della pensione già liquidata, su richiesta dell’interessato, relativamente alla contribuzione versata successivamente alla decorrenza della pensione.
Questo spetta ai titolari di pensione principale, di pensione supplementare o di assegno ordinario. L’articolo 7 della legge 155/1981, riconosce il supplemento agli iscritti all’assicurazione generale obbligatoria dei lavoratori dipendenti ed ai lavoratori iscritti alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi (AGO), che proseguono l’attività lavorativa nella suddetta assicurazione trascorsi almeno cinque anni dalla decorrenza della pensione.

Frequente è il caso di pensionati (Commercianti, Artigiani) che, non avendo avuto l’obbligo  di cessare l’attività autonoma per poter accedere alla pensione, continuano a versare contribuzione anche successivamente.

Il supplemento di pensione si somma alla pensione già in essere e diviene parte integrante di essa, a tutti gli effetti, dalla data di decorrenza della presentazione del  supplemento stesso.
Sapevi che l’interessato ha la facoltà di richiedere, per una sola volta, la liquidazione del supplemento (sia il primo che uno dei successivi ), qualora siano trascorsi anche soltanto due anni dalla decorrenza della pensione o dal precedente supplemento? La condizione, però, è che abbia compiuto l’età prevista per il pensionamento di vecchiaia nella gestione in cui si chiede il supplemento.
I contributi successivi alla decorrenza del primo supplemento consentono la liquidazione di ulteriori supplementi.

Per la determinazione dell’importo del supplemento, vengono seguiti i criteri generali delle pensioni. In caso di decesso del pensionato i supplementi sono computati ai fini della misura della pensione ai superstiti .

Per beneficiare del supplemento, è necessario presentare domanda all’Ente previdenziale che eroga il trattamento già in godimento, e la sua decorrenza risulta fissata dal primo giorno del mese successivo alla data di presentazione della domanda, sempre che a tale data si sia in presenza dei requisiti previsti dalla legge.

Se sei un pensionato che ha lavorato successivamente alla decorrenza della pensione, cosa aspetti a richiedere un supplemento per incrementare la tua pensione? Potresti averne diritto.

Articoli Correlati

Pin It on Pinterest